Newspapers

Quanto è pericoloso informarsi solo su Facebook?

Secondo uno studio Censis già nel 2013 “oltre il 37% degli italiani usava Facebook per informarsi, ma il dato supera il 71% quando si tratta della fascia d’età 14-29 anni”.

I dati parlano già di per sè ed è poco utile approfondirli, come è poco utile soffermarsi su quanto grazie ai social network sia esplosa la possibilità di reperire notizie da tutto il mondo e commentarle in tempo reale.

Share Button
foodora

3 cose che ci insegna Foodora

Più o meno tutti avrete sentito parlare del caso di Foodora: una app tedesca che permette agli utenti di ordinare un menù dal proprio ristorante cittadino e farselo consegnare a casa da dei giovani ragazzi in bicicletta. Il tutto stando seduti sul divano, col proprio smartphone.
Share Button
friendz-app-smartphone

Friendz: guadagnare coi propri selfie

Inutile girarci attorno. Chiunque dai 15 ai 40 anni utilizza il proprio smartphone per fare i selfieQualcuno ne è malato e ne abusa clamorosamente, altri invece sono un po’ più discreti e si autofotografano solo in occasioni particolari o in posti particolarmente belli.

In ogni caso sappiate che grazie alle vostre foto, da oggi, potrete guadagnare crediti da poter spendere per acquisti online in store come Amazon, Spotify, H&M e altri ancora che man mano si aggiungono alla lista di collaboratori dell’app Friendz.

Share Button
SoloLogoIT_Snapseed

Aiuta il mio progetto

Se non hai voglia di leggere tutto, ma vuoi aiutare il progetto con una piccola donazione, puoi farlo cliccando qui (nella pagina che si aprirà, cliccare su “back this project”) :)
Ecco il progetto, in breve, per chi invece ha voglia di continuare la lettura.

Nome: “Excellence from Piedmont
Area geografica: tutto il Piemonte
Obiettivo: diventare la principale vetrina sui social network per i prodotti tipici piemontesi di diversi settori e per il territorio stesso
Finalità: aiutare le PMI a promuoversi in Italia ed all’estero grazie ai nuovi canali web ed aumentare il turismo di impresa

Share Button
logo_business

Mobile Revolution: i trends del 2013

Il Digital Festival di Torino offre ancora spunti interessanti. Cambia la location, cambia il nome dell’evento, da “Digital for People” (qui l’articolo) a “Digital for Business”, ma la sostanza è la stessa: una giornata che per gli appassionati del settore e non, può valere una scossa al proprio business non indifferente.

Share Button
DigitalFest

Management 2.0

Come ogni anno, dal 2010 in poi, l’associazione Luoghi di Relazione, organizza il Digital Experience Festival, diventato per me una tappa fissa primaverile.

In questa edizione sono stato veramente colpito dall’illuminante conferenza intitolata “intelligenza collaborativa”.  Nome ripreso dall’omonimo libro scritto da Marco Minghetti, relatore principale della mattinata.

Share Button
foursquare

Foursquare for business

Parto con una premessa negativa: la prima volta che ho aperto Foursquare dal mio mobile, ho pensato quanto fosse inutile ed addirittura fastidiosa un’applicazione del genere. Sarà che ho sempre odiato chi su Facebook ogni tre minuti e mezzo aggiorna il proprio stato informandoci su dove si trova in quel momento. A meno che tu sia nel posto più particolare del mondo, dubito che freghi a qualcuno sapere dove tu sia!

Share Button
229849_3815164_facebook_14160455_medium

Guerra social-e


Avete mai pensato quanto internet e i social stiano cambiando gli occhi del Mondo nel guardare le guerre in terre che ci sembrano lontane anni luce?

Share Button
agenda_digitale_328

L’Agenda Digitale continua a mietere vittime.

Primo articolo di colui che sarà con ogni probabilità il più stretto collaboratore di Zetablue Creative Business nel futuro prossimo. La presentazione ufficiale la fa faremo in un articolo dedicato in cui parleremo dei suoi studi e dei suoi interessi. Per ora diamo il benvenuto a Vara e godiamoci ciò che ha scritto per noi.
Zetablue

L’Agenda Digitale continua a mietere vittime.
Questa settimana il bando Smart Cities and Communites, asse strategico della cabina di regia della Agenda Digitale, è stato sacrificato dal taglio di fondi della Legge di Stabilità per ben 30 milioni.
Proposto in origine dal 5 luglio al 9 novembre con lo stanziamento iniziale di 170 milioni di contributo in aggiunta ai 485,5 già esistenti per il credito agevolato.

Share Button
images (4)

PD, la campagna ve la faccio io!

Ieri sera c’è stato l’atteso confronto tra i cinque esponenti del PD candidati alle Primarie che avverranno tra pochi giorni.
Dai numerosi commenti su Twitter ( #csxfactor ), mi è parso di capire che la gente abbia per lo più apprezzato tale confronto e che ogni partecipante sia uscito dal dibattito con la propria immagine leggermente migliorata. Chi più, chi meno ovviamente.
L’appuntamento di ieri sera, che il PD lo volesse o no, ha sicuramente fatto sorgere un paragone spontaneo con i dibatti pubblici che nell’ultimo mese hanno dominato la scena di tutto il mondo. Quelli tra il Presidente Obama e il Repubblicano sfidante Romney.
Se, come appena detto, il dibattito in sè è stato per molti un successo, una boccata di democrazia, con non troppo da invidiare a quelli oltreoceano ( oddio…sempre con le dovute proporzioni eh!), ciò che lascia veramente basiti è come i politici italiani curino in modo anacronistico e deficitario la propria immagine.

Share Button
cover

Partiamo? Partiamo!

Non siamo più nell’era delle imprese con 100 dipendenti e milioni di fatturato. La situazione economica, a parte rarissimi casi, non permette più di investire su un progetto cifre esorbitanti, non permette più di avere un’attività con costi fissi copribili solo da volumi di vendita giganteschi e costanti, non permette più di avere troppi dipendenti poichè il cuneo fiscale è alto e la busta paga costa troppo.

Share Button
digital experience

Digital Expierence

In questo giorni a Torino, precisamente alle OGR, sta andando in scena il Digital Expierence Festival: un grande evento dedicato principalmente a noi creativi digitali. La giornata è caratterizzata da un...

Read More